la prima minicar sportiva è italiana

La prima minicar sportiva è italiana!

Giuseppe Armano, ex designer dell’Alfa Romeo, ha progettato la prima minicar sportiva italiana curata nei minimi dettagli per noi giovani.
Giorgio Vindigni ha avuto l’occasione e l’onore di parlare con lui per presentare il progetto e per parlare con lui su ciò che rende la minicar diversa da tutte le altre prodotte fino ad oggi. Il progetto è davvero fantastico e noi tutti speriamo di vedere la novità presto nelle strade delle nostre città.

La minicar è a due posti e misura 300 cm di lunghezza, 165 cm di larghezza e solo 110 cm di altezza immergendosi in un design mai visto su un quadriciclo leggero. È diversa da tutte le altre minicar sia a livello estetico e sia a livello meccanico grazie all’introduzione della trazione posteriore e di un motore elettrico. Nel progetto, Armano ha aggiunto dei dettagli come le ali a gabbiano e la presenza del roll-bar che non solo rendono la minicar più sportiva ma anche più sicura e rigida!

L’idea è nata”, confessa Armano, “per far sentire un giovane a suo agio, anche perché essere giovani è una cosa che non deve mai andar via e che deve rimanere dentro ognuno di noi. Ecco perché la scelta di fare una minicar sportiva in ogni suo dettaglio e senza controversi, perfetta per le esigenze e per i gusti di qualsiasi giovane. L’introduzione del motore elettrico la renderebbe più divertente, poiché come sappiamo lo scoppio avviene subito, però naturalmente tutto questo sempre in luoghi sicuri. Credo in voi giovani e penso che siate un punto di riferimento anche per noi adulti e costruire un prodotto che vada bene sia a voi sia ai vostri genitori potrebbe farci sognare e soprattutto divertirci”.

Il prezzo della minicar è alla pari di quelle attualmente vendute nelle varie concessionarie. Ciò rappresenta sicuramente una marcia in più, a quanti di voi piacerebbe avere un veicolo straordinario al prezzo dell’ordinario?